TRADIZIONI : Concetto, caratteristiche ed esempi

Le tradizioni sono un insieme di linee guida che regolano il modo in cui le persone vivono insieme all’interno di una comunità. Questi elementi sociali sono di solito conservati ed ereditati da una generazione all’altra, perché sono di vitale importanza per un gruppo di persone, diventano parte della loro identità.

È usuale che le tradizioni siano confuse con i costumi, perché condividono alcune somiglianze. Le abitudini sono fondamentalmente comportamenti che diventano abitudini, anche praticate inconsciamente. Ma invece, le tradizioni sono credenze e valori, questi sono usati come forma di espressione. Entrambi lavorano insieme quando si tratta di trasmettere informazioni con un grande valore sociale.

Cosa sono le tradizioni?

La parola tradizione ha la sua origine etimologica nel termine latino “traditio”, che viene usato per indicare un insieme di beni ereditabili. Ha una forte connotazione sociale perché racchiude tutte quelle caratteristiche che caratterizzano un gruppo.

Le tradizioni definiscono quelle attività che di solito vengono celebrate per la loro importanza all’interno della comunità. Diventano quindi elementi tradizionali che possono essere collegati ad attività come la danza, la musica, la gastronomia, la letteratura e altre espressioni simili. Pertanto, le tradizioni saranno sempre associate alla cultura.

Tutti i beni culturali che possono essere trasmessi di generazione in generazione continueranno ad avere la stessa importanza all’interno di una comunità. Tutte le manifestazioni che sono state create nella società continueranno ad avere lo stesso valore, si propone quindi che le nuove generazioni imparino da esse e le conservino per il futuro.

Ogni elemento considerato essenziale per riuscire a definire una propria identità, ereditabile e unica, viene definito come una tradizione. Qui emergono diversi termini che sono associati a questo tema, questo è il caso del folklore. Si riferisce a tutto l’insieme del sapere popolare che si distingue per la sua particolare visione di un tema, rimane intatto attraverso il passare del tempo.

In psicologia e sociologia, le tradizioni hanno un alto valore qualitativo che permette un’analisi più precisa delle relazioni sociali di una comunità. Tenendo conto che sono espressioni che hanno un’origine individuale, ma allo stesso tempo sono influenzate da tutto ciò che accade in quel gruppo di persone.

Quali sono le caratteristiche delle tradizioni?

Le tradizioni sono caratterizzate dal fatto di mostrare informazioni specifiche di una comunità, quindi non sono trasferibili e di solito non cambiano nel tempo. Questi sono creati dall’influenza della storia, vari fatti servono a consolidarli. Ecco perché le tradizioni mostrano caratteristiche socioculturali utili allo studio di una comunità.

Un’altra caratteristica delle tradizioni è che si esprimono attraverso il folklore. L’intero insieme di manifestazioni che sono artistiche in un ampio spettro, hanno molta popolarità e fanno parte dell’identità. Ogni area geografica del mondo mostra una serie di tradizioni che hanno un grande valore, per la diversità delle espressioni che le compongono.

Altre caratteristiche che aiutano a identificare quali tradizioni sono menzionate qui di seguito:

  • Si tratta di un insieme di elementi che sono comunemente praticati, hanno un valore collettivo o comunitario e anche un valore particolare.
  • Le tradizioni possono essere confuse con la dogana. Entrambi mostrano abitudini quotidiane ma hanno implicazioni concettuali e simboliche diverse. Le usanze sono legate ad attività che vengono svolte per loro stessa decisione, un esempio è lavarsi i denti dopo il risveglio.
  • Le tradizioni, come quelle religiose, si basano sulla conservazione delle prove scritte e orali. Tutte le informazioni relative a una tradizione saranno supportate da un contenuto che può essere consultato in qualsiasi media.
  • Le tradizioni rappresentano le caratteristiche culturali, etiche e morali di una comunità. Si applica a qualsiasi precetto che fa parte della mentalità di gruppo.
  • Di solito non cambiano nel tempo, ma in alcuni casi le innovazioni possono essere implementate prendendo certi riferimenti. Si potrebbe affermare che le tradizioni riescono ad adattarsi alle nuove circostanze, ma dipende dal fatto che le nuove generazioni le valutino allo stesso modo.
  • Tutte le tradizioni sono ereditate rispettando le stesse informazioni, sono descritti gli stessi usi o riti che per tradizione continueranno a essere realizzati con l’intervento delle nuove generazioni.
  • Di solito ci sono stretti legami sociali quando si tratta di ereditare queste informazioni. Le tradizioni si tramandano di solito tra famiglie e membri della stessa comunità.
  • C’è un senso di appartenenza rispetto alle tradizioni; le persone sviluppano l’idea che queste fanno parte della propria identità.
  • Servono a garantire che certe pratiche non vengano dimenticate nel tempo. Le tradizioni fanno in modo che rimangano valide, anche quando sono influenzate da nuove creazioni.
  • Le tradizioni hanno un ruolo importante nella definizione dell’identità sociale e culturale.
  • Essi definiscono una serie di connessioni che mostrano una continuità pratica. Sono aspetti sociali che vengono vissuti in modo consapevole e inconscio, saranno sempre radicati in certi luoghi, famiglie, lingue o anche in certe esperienze.
  • Le tradizioni aiutano ad avere una visione del passato, aiutano a comprendere il presente.

Diversi esempi di tradizioni

Gli esempi di tradizioni ci permettono di comprendere le loro origini e il processo di sviluppo per la loro creazione. Esiste una grande varietà di tradizioni, che possono essere classificate in base alla loro influenza e alla loro pratica. Vale a dire, a livello macro, ci riferiamo a festeggiamenti che vengono celebrati da un numero maggiore di persone.

D’altra parte, a livello microscopico, si tratterebbe di celebrazioni che si svolgono solo all’interno dell’ambiente familiare o in un piccolo gruppo. In entrambi i casi, le celebrazioni influenzano lo stile di vita sia a livello individuale che comunitario.

Di seguito sono descritte alcune tradizioni importanti a livello collettivo in alcune nazioni. Questi sono:

Tradizioni in Spagna

La Spagna è una nazione la cui ricchezza culturale si esprime nelle numerose tradizioni che hanno secoli di storia. A differenza di altre nazioni del mondo, in territorio spagnolo si possono trovare influenze di vario tipo, in particolare nel Mediterraneo e in Africa. Questi sono anche combinati con altri provenienti dall’ovest.

Le tradizioni spagnole sono principalmente legate alla gastronomia e alle feste. Possiamo citare la tradizionale Paella, questa è la preparazione culinaria rappresentativa della cucina spagnola a livello internazionale. Per quanto riguarda i festeggiamenti, si può parlare di corrida, anche se è un argomento che può essere controverso a causa del trattamento degli animali; fa ancora parte della cultura del paese.

Dopo lo stesso tonico, ci sono anche i festeggiamenti di San Fermín. Chi pratica la corrida può considerarla l’evento più importante, si svolge nella città di Pamplona durante il mese di luglio. Si tratta di chiudere le strade della città per costruire un circuito chiuso, all’interno del quale ci sarà traffico per le persone che interagiranno con i tori.

Un’altra tradizione è il percorso del Cammino di Santiago. Il pellegrinaggio parte dalla cattedrale di Santiago de Compostela, situata in Galizia. La tradizione religiosa vuole che la gente faccia questo tour per visitare altre aree importanti per la religione. Copre tutto il nord del territorio spagnolo, parte del territorio francese e portoghese; alcune delle città che si trovano sul percorso sono Burgos, Leon e Logroño.

Tradizioni in Messico

Le tradizioni messicane sono influenzate da altre culture come la Spagna e gli Stati Uniti. Ma vengono citati anche alcuni elementi provenienti dalle culture aborigene, che originariamente popolavano questo territorio, e continuano a influenzare l’integrità culturale della nazione. Oggi il Messico è una delle nazioni con la più grande diversità nelle sue tradizioni.

La tradizione più importante è quella del Giorno dei Morti, che si svolge nei primi due giorni di novembre di ogni anno. Consiste nel celebrare i morti attraverso pratiche che combinano le credenze precolombiane, maya e azteche, insieme ad altre che sono cristiane. Le sue origini risalgono al periodo coloniale, quando gli spagnoli avevano una grande influenza.

I cimiteri di tutto il Messico sono visitati da persone che cercano di fare offerte alla famiglia o agli amici. Sono costruiti su pietre tombali, e possono includere un numero qualsiasi di oggetti, compreso il cibo, come il famoso Pan de muerto (pane dei morti). Si utilizzano anche fiori gialli e rossi, generalmente considerati un segno di rispetto.

Un’altra tradizione messicana è la festa di Las Posadas. Si svolge dal 16 dicembre alla vigilia di Natale, durante la quale i giovani partecipano a manifestazioni in cui vengono rappresentate opere teatrali che esemplificano la storia di Gesù, Maria e Giuseppe. I bambini visitano ogni luogo dove c’è una locanda, portando candele e cantando.

Tradizioni in Colombia

La Colombia ha una lunga lista di tradizioni che fanno addirittura parte della lista del Patrimonio Immateriale per l’Umanità. Per la sua ricchezza culturale e la grande quantità di tratti, è visitata da migliaia di turisti ogni anno. L’obiettivo principale è quello di partecipare ai carnevali che si celebrano in date diverse in ogni anno.

Uno di questi è il Carnevale Bianco e Nero, che si celebra nella prima settimana di gennaio nelle città del sud del paese. Ha un’origine pre-ispanica e anche andina, gli abitanti si dipingono il viso in bianco e nero. L’idea è quella di celebrare la diversità etnica e culturale attraverso queste manifestazioni.

C’è anche il Carnevale di Barranquilla che è forse uno dei più importanti, noto per i costumi e i balli colorati. Fa parte dell’identità culturale dei Caraibi colombiani, tra le tante attività si segnalano l’Incoronazione della Regina, il Carnevale LGBT, il Carnevale dei Bambini e la Battaglia dei Fiori, ma vengono anche eseguite più attività.

Tradizioni in Argentina

L’Argentina si caratterizza per le sue tradizioni che hanno una grande influenza europea. La cultura di questa nazione mantiene una propria identità basata su usi e costumi di diverse influenze. Alcuni sono riconosciuti a livello internazionale, altri sono importanti solo a livello locale.

Oltre a bere mate e a cucinare asados de carne alle riunioni sociali, gli argentini sono noti anche per altre attività. Il dressage è un’attività sportiva che si svolge nella maggior parte delle feste popolari. I gauchos si mettono alla prova per dimostrare le loro capacità di fronte agli animali selvatici.

Un’altra tradizione è la Payada, un’arte musicale improvvisata che dipende dall’uso della chitarra. La loro partecipazione è essenziale in ogni festa, soprattutto il 10 novembre quando nasce José Hernández, autore di Martín Fierro.

È anche importante menzionare il Gioco dell’Anello, che consiste nel cavalcare ad alta velocità, durante il trotto devono mirare proprio a togliere un anello. Questo sarà sospeso in aria appeso a circa due o tre metri di altezza, per rimuoverlo si usa uno stuzzicadenti. Secondo la tradizione, questo anello deve essere dato alla donna a cui appartiene.

Vi consigliamo di leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie politica dei cookie. ACEPTAR

Aviso de cookies