Sviluppo sociale (Psicologia) | Concetto e importanza

In linea di principio, va sottolineato che l’argomento di queste righe si riferisce allo sviluppo sociale dei bambini, che fa parte della psicologia dello sviluppo.

Lo studio dello “sviluppo sociale” potrebbe iniziare a essere definito dalla seguente domanda: come si armonizzano i bambini con gli altri?

Le caratteristiche dello sviluppo sociale in psicologia

Si dà il caso che lo sviluppo sociale sia un corpus di studi che comprende modelli di comportamento, sentimenti, atteggiamenti e concezioni, che i bambini mostrano nella loro interazione con gli altri e il modo in cui questi aspetti eterogenei cambiano con l’età.

I ricercatori sono interessati a come i bambini cambiano nel tempo: come diventano sempre meno dipendenti dai loro rappresentanti (che siano o meno i loro genitori).

Altrettanto importante è il dominio che gli altri esercitano su di loro. Questo li trasforma. Inoltre, come sviluppano la capacità di fare amicizia, come la comprensione dei modelli di vita sociale modella gradualmente il loro comportamento, e così via.

Fondazioni e caratteristiche dello sviluppo sociale

In psicologia, le cosiddette funzioni psicologiche cognitive, affettive e sociali hanno svolto un ruolo essenziale nello studio del comportamento umano.

Infatti, la nozione di “sviluppo sociale” obbedisce a una di queste funzioni. Ma, è importante sottolineare che tale divisione ha un senso più teorico che pratico, perché è ovvio che la differenza è relativa, alla luce dell’espansione degli studi in psicologia.

Nello “sviluppo sociale”, i bambini hanno sentimenti verso gli altri, il che rende chiaro che il comportamento sociale non può essere separato dalle emozioni. E questo è più evidente nei bambini, soprattutto nei primi anni di vita, il cui controllo sulle loro emozioni è più debole.

Tutti i comportamenti comportano una componente emotiva, sia che si tratti di un adulto o di un bambino, sia che si verifichino in risposta all’ambiente sociale o materiale.

Tuttavia, le emozioni più forti si generano nell’ambito delle relazioni interpersonali (la vita familiare ne è un buon esempio) piuttosto che nelle interazioni con gli oggetti. A tal fine, nel mondo delle relazioni interpersonali, non ha senso stabilire dei confini tra funzioni sociali ed emotive.

Funzioni sociali e funzioni cognitive

Ciò vale anche quando le funzioni sociali si confrontano con le funzioni cognitive.

Gli psicologi studiano le funzioni cognitive come una questione percettiva tra corposamente e realtà, o in altre parole, la cognizione dipende dagli stimoli fisici.

Tuttavia, la conoscenza non è solo la consapevolezza che le persone hanno del mondo delle cose, ma anche di ciò che pensano degli altri. Di conseguenza, la definizione di “sviluppo sociale”, come sopra delineata, doveva includere l’idea – il concetto – che i bambini hanno dei loro simili.

Un’ulteriore ragione di questa affermazione è che i bambini sono in grado di percepire, ricordare, pensare, interpretare e costruire sui comportamenti degli altri e di se stessi. Naturalmente, i bambini usano le loro funzioni cognitive per comportarsi nell’ambiente sociale.

A questo livello, la questione della cognizione sociale è di fondamentale importanza nell’ambito della ricerca sullo “sviluppo sociale”, perché qualsiasi attività nell’ambiente sociale è in grado di produrre sia esperienze cognitive che emotive.

In sintesi, la ricerca sullo “sviluppo sociale” si concentra sulle questioni interpersonali del comportamento dei bambini, che comprende necessariamente questioni cognitive e affettive.

Importanza dello sviluppo sociale

Nella psicologia infantile, uno dei punti centrali d’interesse è intorno alle ragioni del cambiamento durante lo sviluppo. La ricerca descrittiva rivela le differenze con l’età e fornisce dati sulla natura di queste differenze.

Alcune domande sono interessanti per lo sviluppo di questo argomento, come le seguenti:

  • Come spiega che i bambini cominciano a mostrare segni di auto consapevolezza a un certo punto del loro secondo anno di vita?
  • Come spiega che le abilità di gioco di ruolo si svilupperanno chiaramente entro la fine del periodo prescolare?
  • Come si può capire che con la conquista dell’adolescenza, diventa evidente un marcato aumento dell’intimità che definisce le amicizie?
  • Quali sono i fenomeni che causano tali cambiamenti?

Queste domande, legate ai meccanismi che intervengono nella crescita psicologica, sono i punti centrali della psicologia dello sviluppo. Le risposte non sono ancora del tutto definite.

Altre considerazioni su questo argomento

Altre domande sono volte a scoprire: perché ci sono differenze individuali tra i bambini?

In altre parole, perché un bambino è meno socievole di un altro? Dipende dalla sua natura? Dalla sua educazione? È la mescolanza di entrambi? Perché alcuni bambini mostrano atteggiamenti devianti, come la delinquenza?

Un’altra domanda: qual è l’importanza dell’influenza dei rappresentanti o dei genitori sullo sviluppo della personalità dei bambini? Su tutte queste questioni ci sono ancora molte lacune, ma si tratta di temi di ricerca in psicologia dello sviluppo.

La complessità in questione descrive la natura multidimensionale dello sviluppo psicologico e la difficoltà di dipanare la natura del comportamento dei bambini e le sue cause.

Ricerca attuale sullo sviluppo sociale

I precedenti studi sul comportamento sociale dei bambini li vedevano essenzialmente come individui. Visto in questa luce, il comportamento sociale del bambino sarebbe di sua proprietà.

In questa prospettiva, l’attenzione si è concentrata sull’età in cui i bambini sono arrivati per la prima volta a situazioni specifiche, come l’iniziazione alla paura degli estranei o al comportamento cooperativo, ecc.

Inoltre, ha cercato di determinare le differenze tra gruppi di bambini (livello di aggressività nei bambini in base al sesso, come viene influenzata la socievolezza dei bambini unici rispetto a quelli non unici).

Ha anche studiato la natura delle differenze individuali, se la velocità dello sviluppo sociale va di pari passo con lo sviluppo intellettuale, se l’aggressività è un tratto unitario

L’elemento più importante: l’ambiente

Tutti i fattori immediatamente precedenti sarebbero insufficienti se non si tenesse conto di un elemento essenziale nello sviluppo del comportamento sociale: i bambini nel loro ambiente.

In altre parole, la ricerca è andata oltre le vicende interne degli individui, rivolgendosi allo studio delle mediazioni tra di loro.

In questo modo, la madre e il bambino, per esempio, sono diventati l’unità d’interesse di base o iniziale, piuttosto che l’individuo stesso. Da qui si è estesa alla famiglia, al gruppo dei pari, comprendendo che le dinamiche sono multi interattive e influenti.

Ovviamente, la famiglia è parte integrante di strutture sociali più ampie, come il quartiere o l’ambiente culturale che frequenta, e a sua volta questi elementi influenzano ciò che accade all’interno delle famiglie.

In questo senso, la storia dello studio dello sviluppo sociale negli ultimi anni è derivata in una maggiore coscienza della rilevanza del contesto.

Il comportamento individuale dei bambini acquista significato attraverso le relazioni in cui si trovano, sia familiari che sociali. Il comportamento individuale del bambino deve poi essere studiato in un ampio contesto di relazioni.

In conclusione

Più recentemente, lo sviluppo sociale dei bambini è stato associato alla nozione di competenza sociale. I suoi elementi più rilevanti sono stati postulati, come ad esempio

  • La capacità d’interagire efficacemente con l’ambiente
  • Raggiungere obiettivi sociali rilevanti
  • La capacità di eseguire complesse interazioni interpersonali
  • Abilità particolari come fare amicizia.

E, inoltre, l’acquisizione di competenze per distinguersi ed essere accettati dai loro coetanei. Il quadro complessivo, tuttavia, rimane intriso di valori di giudizio.

In sintesi, i fattori più importanti che intervengono nello sviluppo sociale del bambino sono: l’apprendimento sociale, le norme etico sociali e le relazioni interpersonali, nella dimensione familiare, scolastica e di gruppo.

Vi consigliamo di leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie politica dei cookie. ACEPTAR

Aviso de cookies