PSEUDOCIENZA | Concetto, caratteristiche ed esempi

Nel mondo di oggi, è diventato più comune condividere informazioni teoriche e pratiche che sono carenti di supporto scientifico. Nell’era d’Internet e della globalizzazione, alcune pratiche e credenze hanno conquistato un gran numero di seguaci che ci credono fedelmente e senza dubbio. Il rischio di questo scenario è che la gente cominci a credere a queste affermazioni che non possono essere sostenute come vere.

Di conseguenza è diventato molto comune sentire parlare di discipline come il feng shui, l’omeopatia e l’astronomia. La similitudine che tutte queste pratiche hanno è che non possono essere verificate, inoltre si basano su approcci che presentano più dubbi che certezze. Pertanto questo insieme di discipline che mancano di credibilità sono chiamate pseudoscienze.

Cos’è la pseudoscienza?

Il termine pseudoscienza è usato per indicare un qualche tipo di credenza, insieme di regole o azioni che cercano d’imitare o copiare, e queste non hanno alcuna validità. Mentre l’elemento compositivo aggiunto “pseudoscienza” è usato per riferirsi proprio a queste caratteristiche; unendo la parola alla scienza si descrive un insieme di teorie o proposte che mancano di veridicità.

In effetti, oggi la parola pseudoscienza è diventata più popolare per indicare l’insieme di metodologie, tecniche o processi che non possono essere verificati o convalidati. Questi sono stati creati in modo sistematico con lo scopo di produrre conoscenze oggettive, ma non possono essere utilizzati senza prima mettere in discussione le proposte che descrivono.

Alcuni ritengono che una pseudoscienza sia anche una disciplina scientifica. Cioè, una parte della comunità scientifica tradizionale studia queste pseudoscienze che non hanno il rigore convenzionale che sostiene le scienze riconosciute come tali. Applicando metodi scientifici diversificati, è possibile differenziare quegli studi che possono essere approvati e che forniscono realmente nuove conoscenze oggettive.

Una parte della comunità scientifica ritiene inoltre che le pseudoscienze contribuiscano a sviluppare la conoscenza in modo più affidabile. Dopo tentativi falliti o la proposta di teorie non dimostrabili, si possono perfezionare le diverse risorse e tecniche utilizzate per la creazione di nuovi contenuti.

Quali sono le loro caratteristiche?

La caratteristica principale delle pseudoscienze è quella di concentrare la loro attenzione sulla realizzazione di ricerche molto diversificate rispetto ai diversi argomenti. Attraverso l’applicazione dell’osservazione e l’analisi di qualsiasi fenomeno associato, cercano di verificare le informazioni, che però non possono essere supportate da alcun tipo di metodo scientifico formale.

Si può anche notare che la maggior parte delle pseudoscienze fanno affermazioni vaghe ed estreme. Di solito non c’è la volontà di dimostrare attraverso processi sistematici e prove affidabili la veridicità di questi contenuti.

Un’altra caratteristica delle teorie su cui si basano le pseudoscienze è che non possono provare le previsioni o descrivere i fatti con precisione. Cercano sempre di convincere il pubblico della validità delle loro affermazioni con discorsi che non mostrano coerenza o addirittura descrivono situazioni poco credibili. Di solito riescono ad attirare l’attenzione, ma alla fine suscitano diffidenza.

Le caratteristiche più importanti che identificano le pseudoscienze in generale sono descritte di seguito. Questi elementi sono più facili da osservare in alcuni casi, ed è anche importante notare che alcuni di essi avranno obiettivi e temi diversi. Sono le seguenti:

  • L’occultismo è contrario alle conoscenze scientifiche tradizionali, è la formulazione d’idee e conoscenze che hanno un carattere segreto. Per esempio, potrebbero proporre idee come cospirazioni o conoscenze arcane.
  • Non hanno alcuna legittimità ufficiale e diventano dottrine che non hanno alcun sostegno. Inoltre, essi stessi promulgano o diffondono conoscenze come superstizioni o miti.
  • Le pseudoscienze spesso copiano o distorcono la terminologia scientifica e altri tipi di linguaggio. L’obiettivo è quello di dare maggiore credibilità alle affermazioni fatte, ma non possono essere adattate a un particolare argomento senza che le inesattezze e le contraddizioni nei significati dei concetti diventino facilmente evidenti.
  • Hanno un carattere dogmatico, il che significa che queste credenze sono accettate o rifiutate in egual misura a seconda della percezione del pubblico. In questi casi diventa più difficile da dimostrare ma anche da confutare.
  • Non tentano di studiare le leggi naturali o tradizionali. In genere contraddicono le scienze umane formali.
  • Non possono essere recensiti, hanno dei detrattori che hanno difficoltà a usare argomenti validi. Tendono a basarsi su ideali vaghi, di solito menzionando un qualche tipo di conoscenza o forza “divina” che è responsabile di fornire tali informazioni.
  • Sono immutabili, il che significa che le loro proposte non si evolvono e non sono ripensate. Quando non sono sviluppate, diventano obsolete per certi usi, e non danno contributi che portino alla scoperta di nuove informazioni.
  • Essi mostrano incoerenza esterna e interna, il che significa che i loro stessi postulati sono incoerenti indipendentemente dalla prospettiva o dai criteri con cui vengono analizzati.

Esempi di pseudoscienze

Il miglior esempio di pseudoscienza oggi è l’ufologia. Questo è caratterizzato dalla realizzazione di diverse proposte di teorie e indagini che cercano di dimostrare l’esistenza di vita extraterrestre. In alcuni casi la documentazione non ufficiale è usata come prova inconfutabile, tuttavia di solito i biologi professionisti e persino gli astronomi riescono a dimostrare la mancanza di autenticità di questa presunta prova.

Alcuni ritengono che anche l’astrologia faccia parte di questa categoria insieme alla numerologia. Le affermazioni fatte da queste pseudoscienze non possono essere pienamente sviluppate o provate dall’applicazione di un metodo scientifico convenzionale. Lo stesso accade con il feng shui e la criptozoologia, ma tutti hanno seguaci e difensori convinti delle idee che presentano.

L’omeopatia è ancora ampiamente praticata per trattare vari tipi di condizioni mediche, tuttavia non può essere considerata una scienza. Lo stesso vale per la ciarlataneria e l’alchimia, qualsiasi tipo di esecuzione di rituali o combinazione di elementi naturali attraverso pratiche non convenzionali che insieme sono considerate una pseudoscienza.

Altre pseudoscienze popolari sono la parapsicologia e la grafologia. Il primo è ampiamente riconosciuto per aver concentrato i suoi sforzi su studi relativi a fantasmi, esseri fantastici, esoterismo e spiritismo tra molti altri soggetti associati. Per quanto riguarda la grafologia, egli afferma che è possibile effettuare uno studio del carattere umano attraverso l’analisi della scrittura.

Quali sono le differenze tra scienza e pseudoscienza?

Per poter differenziare una pseudoscienza è necessario tenere conto delle caratteristiche più importanti della scienza e contrastarle in queste discipline. Alcuni degli aspetti più essenziali sono i seguenti:

  • Per differenziare le pseudoscienze dalle scienze riconosciute, queste ultime devono essere considerate come prive d’ideologia. Invece, le pseudoscienze in genere perseguono un qualche tipo d’interesse basato sul profitto o sull’attuazione di un insieme di convinzioni per guadagnare seguaci.
  • Le scienze accettano anche confutazioni e contributi. Qualsiasi teoria scientifica spesso cerca di sfidare altre teorie confutandole, generando così un processo in cui c’è un continuo scambio di conoscenze.
  • A differenza delle pseudoscienze, le scienze in quanto tali sono studiate approfonditamente a livello teorico, pratico e sperimentale prima di essere accettate. In questo modo, la ricerca si arricchisce con la scoperta di nuovi contributi che vengono forniti da informazioni contrastanti.
  • Le scienze non faranno mai dichiarazioni senza un qualche tipo di sostegno. Che si tratti di metodi empirici o teorici, gli pseudoscienziati fanno sempre casi ipotetici e non dimostrabili.

Vi consigliamo di leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie politica dei cookie. ACEPTAR

Aviso de cookies