PENSIONI ANALITICHE | Caratteristiche ed esempi

Tutti pensiamo, è ovvio. Altrimenti non ci sarebbe spazio per il termine “homo sapiens”. Il pensiero è consustanziale alla natura umana. Tuttavia, ampie porzioni di pensiero rispondono a pregiudizi, sono infondate e arbitrarie.

E anche se è un’esagerazione, non è meno vero che la qualità dell’esistenza umana, dei suoi prodotti materiali e immateriali, è ancorata alla qualità dei pensieri.

L’importanza del pensiero analitico

Più il pensiero è mediocre, meno possibilità ci sono di costruire strutture liberatorie, perché la libertà dipende anche da come pensiamo.

Inoltre, il pensiero analitico è di per sé importante per capire come funziona la mente umana e quali sono le sue potenzialità. Imparare come funziona il pensiero è stato interessante per il pensiero analitico.

In questo senso, il pensiero analitico o pensiero critico è il processo di raccolta dei dati, la loro analisi e valutazione multidimensionale, al fine di comprendere, risolvere un problema o prendere la decisione giusta. Questo tipo di pensiero è molto importante per le questioni e le decisioni di tutti i giorni, per esempio, per riflettere su ipotetiche questioni di fisica, chimica, ecc.

Questo pensiero analitico si basa sulle domande: cosa vuoi analizzare e perché? Una volta definito lo scopo, si passa alla raccolta d’informazioni, all’analisi e alla classificazione delle idee. Infine, viene presentata la valutazione e la conclusione della constatazione.

Caratteristiche del pensiero analitico

Di conseguenza, il pensiero analitico è caratterizzato da una serie di passi che devono essere seguiti con rigore metodologico.

  • Informazione: è la materia prima che serve per l’elaborazione mentale. È essenziale sapere quanti dati sono necessari, quanto tempo ci vuole per raccoglierli e quanto sono appropriati. Tutto dipende dall’approccio al problema da studiare, dalla sua portata e dalla sua estensione. Saper mantenere il focus di un’indagine è fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi.
  • Analisi delle informazioni e compensazione: si tratta di analizzare i dati per vedere se sono appropriati e utili per rispondere alle domande poste. A tal fine, le informazioni vengono suddivise in parti e analizzate, al fine di osservarne i collegamenti tra loro e le conoscenze precedenti sull’argomento.

Il pensiero analitico scompone le idee, le confronta e le contrasta, e poi esplora le cause e gli effetti. In uno sforzo analitico vengono determinati i temi, i modelli e le categorie.

Regolarmente, l’analisi è integrata da esempi e i fatti (diversi dalle opinioni) sono messi in evidenza per primi. L’esame delle prospettive e delle ipotesi è un’altra costante del pensiero analitico.

  • Valutazione delle informazioni: è l’esame delle prove per scoprire cosa è utile per la ricerca.

Tuttavia, è indiscutibile che il pensiero basato sulle conclusioni cambia il pensiero; è uno dei costrutti più importanti dell’insegnamento e dell’acquisizione della conoscenza, in quanto lo rende più critico e riflessivo.

Altre considerazioni sul pensiero analitico

Le conclusioni portano a pensare da una fase all’altra. Ad esempio, se qualcuno afferma qualcosa, la prossima domanda è: “È una conclusione? In caso affermativo, quali sono le sue basi? È una prova sufficiente a sostenere questa conclusione?

Il solo fatto di speculare su questo porta a un approfondimento della risoluzione e allo sviluppo del pensiero analitico.

Pensare analiticamente significa capire profondamente quanto il pensiero analitico sia diverso dal pensiero. In quanto tale, questo pensiero comprende una serie di norme, che sono formulate nei seguenti termini: ragionevoli, verificabili, logiche, ben organizzate, razionali, autenticate, coerenti, efficaci, falsificabili e obiettive.

Mentre i termini di cui sopra sono consustanziali al pensiero analitico, i seguenti sono norme del pensiero non analitico: divertente, chic, eccitante, spontaneo, piacevole, vantaggioso, che attira l’attenzione, benefico per me, e popolare.

Esempi di utilizzo del pensiero analitico in vari campi

L’utilità del pensiero analitico è molto ampia. Di seguito proponiamo varie capacità mentali, tipiche del pensiero analitico:

  1. Processo decisionale equilibrato.
  2. Pensiero concettuale.
  3. Valutazione delle affermazioni.
  4. Risolvere i problemi.
  5. Osservazione di potenziali problemi.
  6. Risoluzione di problemi teorici.
  7. Si preferisce il buon senso.

Regolarmente le più importanti aziende del settore della produzione d’idee e nuove tecnologie, utilizzano i test per analizzare il talento naturale dei loro possibili agenti, facendo riferimento alle aree di pensiero analitico, già note.

E nel caso di personale già affermato, le aziende cercano di formare e stimolare il pensiero analitico dei loro dipendenti, con l’obiettivo di rafforzare il loro posto nel mercato dei loro concorrenti.

In generale, le aziende cercano talenti in grado d’indagare su un problema e di trovare una soluzione in modo tempestivo ed efficiente. È il caso delle aziende di tecnologia della comunicazione, che migliorano costantemente il design e le prestazioni dei loro prodotti.

Il valore del pensiero analitico

Le capacità di pensiero analitico sono vitali nelle aziende tecnologiche perché rafforzano la ricerca, rendono possibile la visualizzazione e il confronto di problemi complessi. Molto dipende dalle capacità analitiche e dalla corretta risoluzione dei problemi per la promozione a posizioni dirigenziali in un’azienda.

Un esempio pratico di pensiero analitico è quello che scompone il problema posto in parti, partendo dal generale al particolare.

Se in una casa è già stato rilevato un corto circuito in una parte (due stanze) della casa, la cosa corrispondente da fare è verificare la continuità elettrica tra le sezioni di cavo, tra ogni scatola del cavo di alimentazione generale delle due stanze.

La cosa logica da fare è rimuovere la corrente elettrica e testare il cavo principale che alimenta le due stanze. Dopo aver verificato quale sia la sezione del cavo che non ha continuità, procedere alla sua sostituzione. Grazie al pensiero analitico, non è necessario modificare tutti i cablaggi.

Come si può vedere, il pensiero che ha reso possibile la soluzione di un problema (il corto circuito), ha seguito una serie di fasi ordinate, partendo dal generale e riducendo il problema alle parti costitutive.

Altri esempi di applicazione del pensiero analitico

Nel campo dell’ecologia, gli ecologi cercano di capire le piante e gli animali nell’ambiente naturale, concentrandosi sulle relazioni tra di loro, l’indipendenza e le interazioni con l’ambiente.

Per affrontare ogni singolo problema sollevato, l’ecologia pone particolare attenzione al pensiero analitico, ponendo domande, indagando, discriminando, verificando la validità delle ipotesi e giungendo a conclusioni.

I campi di applicazione sono innumerevoli. Il pensiero analitico è importante anche per la realizzazione di grandi opere creative, sia nelle arti visive che in architettura.

Scienza, pensiero analitico e schemi di pensiero

Il comune denominatore di tutte le analisi scientifiche è il pensiero analitico, che richiede necessariamente uno scopo e una domanda o una serie di domande. Le persone che sviluppano una mente analitica richiedono una guida, un apprendimento e una pratica nel seguire il loro pensiero basato su criteri intellettuali, adattabili a qualsiasi disciplina.

Il pensiero analitico si interroga su scopi, obiettivi, definizioni di problemi, dati, nozioni… Questo facilita il raggiungimento della logica più essenziale di tutte le discipline, argomenti o problemi. Serve come vaso comunicante tra i campi del sapere, perché articola il senso dell’interdisciplinarità e il metodo universale.

Non ci sono ricette per il pensiero analitico

Naturalmente non esiste una ricetta per stimolare menti analitiche curiose e potenti, anche se è possibile imparare e stimolare quel “plus” di potenzialità che c’è.

La creatività crea collegamenti tra il pensiero analitico e quello pratico. Gli esseri umani hanno bisogno di un pensiero analitico per esplorare la qualità delle loro idee creative. Inoltre, è fondamentale pensare in modo pratico per applicare queste idee.

In campi della conoscenza così diversi come l’ecologia e l’economia, la psicologia e l’informatica, l’aeronautica e l’antropologia, la climatologia e la medicina legale, l’intelligenza artificiale e le arti del suono, ecc. il pensiero analitico è un sistema per apprendere conoscenze essenziali e ridondanti per la sopravvivenza non solo della specie umana, ma di tutta la flora e la fauna del pianeta.

Vi consigliamo di leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie politica dei cookie. ACEPTAR

Aviso de cookies