HYPOCONDRY : Concetto, caratteristiche e trattamento

La paura di ammalarsi è normale per chiunque. Considerando la grande varietà di malattie e condizioni mediche che sono state identificate fino a oggi, le statistiche mostrano che ogni anno alcune malattie mantengono tassi costanti in diversi settori della popolazione.

Le persone devono prendersi cura di se stesse e utilizzare diverse risorse per garantire il mantenimento di una buona salute. Per questo motivo ci sono trattamenti e farmaci che sono stati appositamente progettati per affrontare alcune malattie. Mantenere una buona dieta che includa la diversità alimentare, un regime di esercizio fisico costante e un ritmo di vita tranquillo sono solo alcune delle altre misure.

Tuttavia, alcuni individui possono sviluppare un’ossessione per il mantenimento della salute. In questi casi, le preoccupazioni per la salute fanno sì che queste persone percepiscano qualsiasi cambiamento fisico come un segno negativo. Di conseguenza, vengono rilevati comportamenti compatibili con l’ipocondria.

Cos’è l’ipocondria?

L’ipocondria è un tipo di disturbo psichiatrico in cui il paziente crede di avere una malattia grave o letale, ma esprime anche il timore di contrarre una malattia. Questa condizione genera nelle persone un’ossessione quando cercano risorse o tecniche che permettano loro di garantire una buona salute.

Le persone ipocondriaci tendono a mostrare un comportamento esagerato di fronte alla percezione di un sintomo mai visto prima. Questa estrema preoccupazione è direttamente collegata alla paura di soffrire di qualche malattia. Cercheranno anche di andare dal medico per periodi di tempo consecutivi, combattendo qualsiasi misura che li faccia sentire più a proprio agio in relazione al loro stato di salute.

Viene effettuato un follow-up costante e metodico di tutti i sintomi o segni che possono essere identificati come fuori dall’ordinario. Tutti questi elementi sono considerati indicatori di una possibile malattia grave, tuttavia questa percezione può essere irreale o immaginaria. Allo stesso modo, possono condizionare se stessi a soffrire di sintomi che solo loro possono descrivere e sentire, quindi in alcuni casi non sarà possibile verificarlo con esami medici.

Quali sono le caratteristiche dell’ipocondria?

Una diagnosi accurata richiede la valutazione di un professionista medico qualificato. A causa della complessità di questa condizione, lo psicologo responsabile non deve basare la sua valutazione solo sulla preoccupazione espressa dal paziente, ma anche su altri criteri.

Uno dei primi è quello d’interpretare i sintomi del paziente in termini di sofferenza o di contrazione di una malattia, questi dovrebbero essere studiati nel modo più oggettivo possibile. Allo stesso modo, la persistenza dei sintomi e la costante ricerca di consigli medici può limitare ulteriormente i limiti della normalità.

La convinzione di avere i sintomi di una malattia o di essere inclini a svilupparne una, in alcuni pazienti si manifesta attraverso le allucinazioni. Cioè, non solo è limitato alla convinzione di una tale condizione, in alcuni casi i pazienti possono iniziare a sentire manifestazioni fisiche come il dolore in particolari aree del corpo.

Allo stesso modo, la preoccupazione per la propria salute può portare a difficoltà a livello emotivo, sociale e lavorativo. Queste persone sperimentano alti livelli di ansia e stress, e di conseguenza la durata dei sintomi può estendersi su diversi mesi.

La cosa importante da capire è che gli ipocondriaci sono estremamente preoccupati per la loro salute. In alcuni casi, possono iniziare ad auto medicarsi e persino a farsi fare esami medici senza il supporto di un professionista. A differenza di altri disturbi psichiatrici, queste persone non inventano i sintomi perché li sperimentano e li ingrandiscono.

Prestare sempre attenzione a qualsiasi cambiamento nel vostro corpo, qualsiasi sintomo o segno sarà motivo sufficiente per creare un’ossessione. Da mal di testa, palpitazioni, dolori muscolari e persino lesioni cutanee; questi sono solo alcuni dei sintomi più evidenti.

Un altro modo per diagnosticarlo è rendersi conto che questi sintomi sono descritti in modo generalizzato, sono considerati vaghi e non sono precisi in termini di gravità con cui colpiscono il paziente. Inoltre, è normale che compaiano per brevi periodi di tempo, ma alla fine riappaiono quando si avverte di nuovo la preoccupazione.

È anche importante ricordare che queste persone sono suggestionabili e vulnerabili all’opinione altrui. Se ricevono un commento negativo o percepiscono di non essere creduti, questo è un motivo sufficiente per diffidare di qualsiasi aiuto medico che può essere fornito.

Quali sono le loro cause?

Questa è una condizione che rientra nella classificazione dei disturbi d’ansia, la preoccupazione che i pazienti esprimono sulla loro salute creerà importanti conseguenze sulla salute mentale. Poiché percepiscono una paura irrealistica di contrarre una grave malattia, spesso incontrano difficoltà nel condurre una vita normale.

Le persone che sono inclini a sviluppare questa fobia hanno spesso una storia di sintomi fisici che li hanno colpiti in modo significativo. Allo stesso modo, qualsiasi condizione passata che sia stata difficile da superare sarà usata come punto di riferimento in futuro per una maggiore cautela e attenzione quando si tratta di salute personale.

Avere altri disturbi rende queste persone più inclini a soffrire di questa condizione. Come possibile causa è stata segnalata anche una storia di abusi fisici, psicologici o sessuali. Secondo le statistiche sui pazienti che si adattano a queste caratteristiche, alla fine sviluppano una maggiore vulnerabilità nel loro stato mentale a causa dell’abuso.

Anche nell’ambito della psicologia viene gestita l’ipotesi che l’ipocondria sia il risultato dell’espressione di conflitti interni. Ciò significa che l’individuo si sente diffidente nei confronti del suo ambiente e di come questo possa influire negativamente su di lui. Anche la mente di queste persone può rispondere e difendersi.

Dal punto di vista psicologico e sociale, questa condizione può avere la sua origine in un comportamento appreso acquisito attraverso l’osservazione. Queste persone si sentono insicure perché percepiscono potenziali pericoli nel loro ambiente e nei dintorni.

Quindi l’ipocondria funziona come un meccanismo inconscio per garantire la protezione, anche se potrebbe essere anche un meccanismo per attirare l’attenzione su di sé. In quest’ultimo caso, alcuni pazienti sentono un bisogno inconscio e involontario di cure costanti.

Criminalmente, è importante menzionare quei casi che hanno la loro origine in precedenti esperienze dannose. Avendo vissuto vicino alla malattia di una persona a te vicina che alla fine ha portato alla morte. Questi eventi scatenano automaticamente pensieri negativi nelle persone.

Qual è il vostro trattamento?

Per il trattamento dell’ipocondria si utilizza di solito un approccio multidisciplinare, il che significa che il trattamento deve tenere conto di diversi aspetti della condizione. Le persone con ipocondriasi spesso soffrono di ansia, bassa autostima e uno stato mentale vulnerabile. Gli psichiatri dovrebbero fornire strumenti per consentire ai pazienti di stabilizzarsi.

In alcuni casi è possibile utilizzare farmaci come antidepressivi e ansiolitici. Alcuni medici possono prescrivere inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina come la paroxetina e il citalopram per esempio. Tuttavia, questo farmaco dovrebbe essere somministrato sotto stretto controllo medico a causa delle condizioni di questi pazienti. È anche possibile utilizzare i placebo per rassicurarli.

La terapia cognitiva comportamentale è molto comune in questi casi. I terapisti professionisti la considerano una delle tecniche che offre i migliori risultati, per questo motivo il paziente è costretto ad affrontare le proprie paure per poter eventualmente cambiare il proprio comportamento. Per esempio, saranno istruiti a cercare di ridurre le visite mediche, l’automedicazione, l’ossessione di seguire i sintomi, e anche ad accettare il fatto che gli esseri umani sono inclini alla malattia.

Affinché questo trattamento abbia i risultati attesi, deve essere applicato per un lungo periodo di tempo e costantemente. Deve anche avere l’aiuto dell’ambiente sociale, della famiglia e degli amici, che comprendono e partecipano a queste terapie. Allo stesso modo, queste stesse persone dovrebbero apprendere informazioni relative a questa condizione.

Vi consigliamo di leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie politica dei cookie. ACEPTAR

Aviso de cookies