DILEMA ETICO : Cos’è, esempi e come identificarli

Qui esploreremo la nozione di dilemma etico. In primo luogo, cercheremo di definirlo correttamente. È importante farlo, dopotutto ci sono molti tipi di dilemmi. E succede che il dilemma etico ha le sue peculiarità, essendo anche di grande importanza nelle nostre società.

Concetto

Cos’è un dilemma etico? Questa è la prima domanda che dovremmo porci prima di procedere. Come ci si potrebbe aspettare, è legato alla parola etica. Pertanto, è da questa prospettiva che dobbiamo comprendere la questione in questione.

I dilemmi etici presentano situazioni eticamente conflittuali tra due opzioni, che non possono essere classificate come totalmente buone o totalmente cattive. L’agente coinvolto dovrà sempre affrontare – qualunque sia la sua scelta – conseguenze sia positive che negative.

Il conflitto tra due alternative avviene nell’ordine dei valori e delle convinzioni dell’individuo o dell’agente.

È comune incontrare dilemmi morali ed etici; tuttavia, il dilemma etico riguarda la dimensione delle credenze e dei valori universali, che hanno un carattere più permanente.

Il dilemma morale, pur avendo una dimensione collettiva, mette in conflitto le regole morali che variano nei contesti, nel tempo e nelle diverse culture.

In pratica, i dilemmi etici funzionano per generare consapevolezza e dibattito, per allenarsi all’osservazione e alla gestione dei valori e delle emozioni nei collettivi e negli individui. Sono utilizzati anche nelle prove di selezione del personale.

Abbiamo fatto questa precisazione per la semplice ragione che l’idea di un dilemma etico è spesso confusa con un dilemma morale. In questo caso, abbiamo già notato che sono molto diversi.

D’altro canto, resta da dire che i dilemmi etici non sono uniformi. Su quest’ultimo, faremo delle speculazioni e forniremo informazioni nelle seguenti sezioni del presente testo.

Tipi di dilemmi etici

La nozione di dilemma etico non è del tutto uniforme: essa manifesta una diversità di situazioni reali, ipotetiche e dimensionali, che permettono di classificarle secondo diversi criteri, e cioè

  • Dilemma ipotetico. La natura ipotetica di questo dilemma non implica che sia improbabile in tutte le circostanze, anche se è molto improbabile che una persona lo affronti. I dilemmi ipotetici sono utilizzati come strumenti pedagogici.
  • Un vero dilemma. Preso dalla vita di tutti i giorni, è il dilemma che ogni individuo può sperimentare. Sono situazioni di dilemma sul lavoro, a casa, nel gruppo sociale a cui appartengono. Di solito sono meno tragici d’ipotetici dilemmi, ma a causa del loro vero carattere finiscono per essere più angoscianti. Essi svolgono anche una funzione pedagogica e mettono alla prova le convinzioni etiche. In altre parole, mostrano situazioni in cui la persona che le conosce non è necessariamente la protagonista.
  • Dilemma aperto o dilemma di soluzione. Questi dilemmi, com’è prevedibile, rimangono aperti per essere esposti e risolti da terzi. Grazie al loro carattere aperto, sono di grande aiuto per pesare le bilance dei valori nel contesto in cui si svolgono.
  • Dilemma chiuso o analisi. Per ovvie ragioni, questo tipo di dilemma implica già che la situazione conflittuale è stata risolta (se possibile) e resta da valutare la performance del protagonista.
  • Dilemmi completi. I dilemmi così descritti sono quelli in cui i loro conoscitori hanno pieno accesso alle conseguenze etiche che ciascuna delle opzioni comporta.
  • Dilemmi incompleti. Sulla base della precedente spiegazione sui dilemmi completi, in questi dilemmi chi conosce il dilemma non ha accesso alle conseguenze delle decisioni prese dal protagonista. Spetta ai loro interpreti o lettori esprimere il proprio giudizio al fine di valutare i vantaggi e gli svantaggi della soluzione.

La soluzione di un problema etico ha lo svantaggio della grande varietà di questi dilemmi. Se necessario, è necessario conoscerli e tenerne conto. Sono tra i più complessi da analizzare e da affrontare. Molte situazioni importanti nella storia dell’umanità sono legate al modo in cui vengono risolti i dilemmi etici.

Dilemmi etici nella pratica

I principi etici generano dilemmi etici. È molto comune che i principi etici siano in conflitto in vari settori della vita sociale. Problemi che hanno due soluzioni valide ed esclusive, oltre a essere legittimamente confutabili, creano tensioni difficili da risolvere. Ad esempio, le professioni in generale hanno un codice etico che si basa su principi universali.

Ma per essere più precisi, si può osservare il seguente esempio ipotetico. L’abbiamo scelta perché dimostra molto bene ciò che vogliamo dimostrare.

  • L’organizzazione non governativa X contro gli abusi sessuali in Messico, intraprende uno studio sul campo per determinare la gravità del problema. Prima d’iniziare i colloqui con le vittime, è consigliabile seguire il codice etico per la ricerca, che tutela la riservatezza e l’anonimato degli intervistati.
  • Mentre intervista una ragazza adolescente (Y) a casa sua, un uomo (Z) sconosciuto all’organizzazione fa irruzione. Poiché Y lo conosce e non mostra segni di essere disturbato (al contrario), l’intervista continua.
  • Z, rendendosi conto che si trattava di un’intervista formale, registrata, si unisce e dichiara di essere un “padrote” (magnaccia) e non ha paura della polizia perché tutti lì lo sanno. Sfruttando la sua libertà, fa sapere che l’impunità gli permette di muoversi liberamente.

Questa situazione presenterebbe all’organizzazione non governativa un dilemma inaspettato: denunciare lo sfruttamento sessuale commesso dal presunto magnaccia o salvaguardare il suo diritto all’anonimato e alla riservatezza.

In altre parole, se l’organizzazione denunciasse il presunto sfruttamento sessuale da parte dell’informatore accidentale, metterebbe fine alla violazione dei diritti di una delle vittime; tuttavia, ciò violerebbe il diritto all’anonimato e alla riservatezza.

D’altra parte, se l’organizzazione salvaguardasse questi ultimi diritti, non sarebbe in grado di denunciare l’informatore e continuerebbe quindi a sfruttare le ragazze. Questo dilemma è perfettamente possibile e deve essere considerato nel contesto in cui si svolge per la sua possibile soluzione.

Qui sorge un vero e proprio dilemma. Vale la pena di notare che denunciare la persona Z ha conseguenze negative. D’ora in poi, nessun altro si fiderebbe della segretezza della riservatezza. Pertanto, sarebbe molto difficile fare ulteriori indagini in merito nei tempi a venire.

Altri esempi interessanti di questo tipo di dilemma

Per studiare lo stato etico dei bambini e degli adolescenti, lo psicologo americano Lawrence Kohlberg ha proposto il dilemma etico di Heinz. Sulla base della risposta dei bambini, egli poteva dedurre il motivo della loro risposta, il grado di rispetto delle regole o la relativa rilevanza che ciò poteva implicare in alcuni casi.

Il dilemma nasce dall’ipotetica situazione. Lo dettaglieremo in modo che i nostri lettori conoscano il dilemma etico di Heinz:

  • La moglie di un certo Heinz è malata di cancro e morirà se non si farà nulla per salvarla. Questa è la situazione di partenza.
  • I medici credono che potrebbe essere salvata trattandola con un farmaco sperimentale scoperto da un farmacista.
  • Conoscendo l’importanza della sostanza, il farmacista quintuplica il prezzo di vendita, raggiungendo i 5000 dollari.
  • Heinz chiede prestiti a tutti i suoi amici e riesce a raccogliere solo 2.500 dollari. Cioè, solo la metà dei soldi necessari per comprare la droga.
  • L’uomo va dal farmacista per dirgli di vendergli il farmaco a metà prezzo, perché sua moglie sta morendo, e poi le pagherà la differenza.
  • Lo speziale, tuttavia, non accetta, sostenendo di avere tutto il diritto di venderlo in una volta sola a quel prezzo per fare soldi.
  • Il signor Heinz si trova quindi al crocevia tra il furto del farmaco e la morte della moglie.

È valido rubare il farmaco per rubare la moglie? È un forte dilemma, perché mette molto in gioco. Per esempio, la vita umana è più importante della legalità?

È difficile per voi affrontare un dilemma come quello di cui sopra; tuttavia, la verità è che tutte le persone attraversano situazioni difficili, in cui mettono alla prova i principi etici che hanno adottato. In ogni caso, le decisioni prese avranno conseguenze più o meno negative, più o meno positive.

Vediamo altri esempi di dilemmi etici

Ad esempio, un membro della famiglia può essere coinvolto nel traffico di droga; vostro figlio può essere il ragazzo che fa il bullo con un compagno di classe a scuola.

In caso di segnalazione da parte di un vicino o di un altro compagno di classe, cosa fareste se il vostro bambino fosse il bullo? La risposta potrebbe essere facile. Ma cosa succede se il bullo è tuo figlio?

Se siete parte del problema, potreste trovarvi di fronte al dilemma di agire contro i maltrattatori: applichereste due pesi e due misure in entrambe le situazioni, perché è vostro figlio il maltrattatore, o sareste sempre eticamente proattivi a favore di una vittima, indipendentemente da chi sia l’autore del reato?

Scienza e medicina si trovano di fronte a dilemmi etici

Nel campo della ricerca e della salute nell’uomo, l’eutanasia, l’aborto, la biologia genetica, il trapianto di organi, pongono regolarmente dilemmi etici che tendono a essere risolti a livello legale.

Infine, i dilemmi etici sono lì, che mettono a confronto la società, gli individui, con le loro convinzioni e credenze. Non sono astrazioni della vita umana, sono espressioni di comportamento e di ordine sociale.

Va detto che questi dilemmi sembrano essere molto presenti nelle decisioni politiche. Succede che siano dilemmi che di solito colpiscono un gran numero di persone. E a essere onesti, molte volte non è possibile soddisfare le esigenze di tutti gli esseri umani.

Quindi il compito di decidere chi è favorito e chi non lo è ovvio. Succede anche che le persone hanno spesso molti problemi per risolvere problemi etici. Sono il tipo di dilemmi che di solito causano l’inazione, molte volte le persone preferiscono non agire o non decidere prima di questi dilemmi.

Vi consigliamo di leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie politica dei cookie. ACEPTAR

Aviso de cookies