15 Regole per vivere insieme a casa

Non c’è regola migliore di quella che non costa nulla da seguire, perché è così interiorizzata che fa parte del comportamento della persona. Ecco perché le regole domestiche dovrebbero far parte dello stile di vita di una famiglia. Senza di loro, lo sviluppo della vita familiare non sarebbe possibile.

  1. Tempo libero condiviso. La famiglia unita gode del tempo libero. I genitori devono promuovere le riunioni familiari per svolgere attività ricreative che favoriscano la gioia e la soddisfazione collettiva.
  2. Rafforzare la comunicazione. La comunicazione è l’unica via umana per la comprensione reciproca. Pertanto, la famiglia, dalla sua autorità, deve promuovere una comunicazione assertiva tra i suoi membri. Vale a dire che non basta esprimere ciò che si pensa, ma stabilire mezzi che non vanno a scapito di nessuno dei suoi membri. I conflitti devono essere evitati parlando e rispettando l’opinione dell’altro. Saper ascoltare ed esporre le idee è la chiave della comunicazione.
  3. Rispetto per il gusto degli altri. I bambini e gli adolescenti hanno bisogno del loro spazio. Ogni fratello sviluppa una personalità anche se viene cresciuto nello stesso modo. Pertanto, i gusti sani che compongono la personalità dell’individuo devono essere rispettati.
  4. Creare ordine negli spazi condivisi. Quando non c’è modo per i fratelli e le sorelle di avere la propria camera da letto e il proprio bagno, si dovrebbe stabilire un limite uguale per ogni membro della famiglia. Attraverso la consultazione, dovrebbero essere stabiliti, se necessario, spazi e orari condivisi e individuali.
  5. Distribuire le faccende domestiche. Indipendentemente dal numero di persone in una famiglia, è importante che tutti abbiano una parte di responsabilità per compiti molto semplici e per quelli non così semplici. Questo dipenderà dall’età, dalla disponibilità di tempo e dalla gerarchia all’interno del gruppo familiare. Si tratta di dividere i compiti della famiglia.
  6. Non disturbate la vita degli altri. Un principio fondamentale della convivenza che spesso sembra essere dimenticato è quello che dice: il diritto di un soggetto finisce dove inizia il diritto di un altro. La convivenza familiare implica, ad esempio, l’ascolto della musica senza disturbare gli altri.
  7. Chiedi scusa in tempo e sii grato. Una delle virtù umane che si distingue dagli altri è il saper riconoscere quando si cade negli eccessi rispetto al rapporto con gli altri. L’umiltà porta a migliori relazioni interpersonali. Sapersi scusare al momento giusto facilita il miglioramento delle relazioni familiari e sociali. Inoltre, l’educazione di base, che spesso viene chiamata “morale e civica”, comprende l’importanza di dire grazie ogni volta che è rilevante.
  8. Promuovere atteggiamenti disinteressati. La migliore convivenza familiare può essere raggiunta solo quando i suoi membri evitano comportamenti egoistici. Come comportamento positivo, si dovrebbe promuovere lo scambio di favori e di cose materiali, sotto la corrispondente responsabilità. Condividere non significa rinunciare a tutto ciò che si ha, ma piuttosto cercare un equilibrio nel flusso delle cose e dei favori.
  9. Occupatevi della pulizia. La cura per l’igiene degli spazi e degli utensili della casa è spesso trascurata e genera cause legali nelle famiglie in cui i genitori o i rappresentanti non hanno stabilito delle buone linee guida per la pulizia. È importante che ogni membro della famiglia, a seconda dell’età, abbia una parte nella pulizia degli spazi comuni. Il motto dovrebbe essere “pulire ciò che si sporca”.
  10. Idealmente, il rispetto all’interno della famiglia si manifesta bussando alla porta e chiedendo prima di aprirla. Idealmente, in case ben costruite, i bagni e le camere da letto sono isolati da porte. Una porta chiusa significa che la persona che l’ha chiusa non vuole essere disturbata o ha bisogno di privacy. Pertanto, se si tratta di una stanza personale o di un bagno, i genitori dovrebbero incoraggiare l’abitudine a bussare prima di entrare.
  11. Spegnete le luci se non ne avete bisogno. A parte il fatto che l’elettricità sta diventando sempre più costosa, come regola generale, il risparmio energetico sarà sempre una buona misura per proteggere il budget di una famiglia della classe media. Naturalmente, se i bambini e gli adolescenti si abituano a prendersi cura del consumo dei servizi, i loro genitori avranno meno bollette da pagare e ciò si tradurrà in una vita familiare. Questo fa parte dell’impegno collettivo che dovrebbe prevalere.
  12. La violenza non è un’opzione. Tutti gli specialisti del comportamento umano concordano sul fatto che la violenza non è in ogni caso un’opzione. La violenza comprende una vasta gamma di comportamenti che non sempre sono l’uso della forza e della repressione fisica. La convivenza familiare si sviluppa e si conserva solo in un clima anti-violento: senza parole altisonanti, senza violenza verbale, senza posture autoritarie, senza ricatti emotivi, senza manipolazione delle emozioni… La parola coerente e rispettosa è l’opzione migliore.
  13. L’apertura è sempre meglio delle mezze verità. Le pie menzogne, per quanto pie possano essere in una sola volta, creano solo diffidenza e la rottura dei rapporti familiari nel tempo. Chi mente è perché teme di perdere qualcosa, ma paradossalmente finisce per perdere la fiducia di chi inganna. La verità, anche se può far male in certe circostanze, è meglio delle mezze verità. Ecco perché la franchezza è una virtù che deve essere raccolta in famiglia.
  14. Stabilire gli orari di comune accordo. Questo punto si riferisce a un fatto fondamentale: genitori e rappresentanti devono concordare gli orari d’ingresso e di uscita dei giovani non ancora emancipati. I giovani hanno pieno diritto a una vita sociale, ma con alcune limitazioni. Partecipare a feste e incontri con gli amici è normale e necessario come parte dello sviluppo di un individuo.
  15. Disporre il testamento di comune accordo. Come regola generale, le famiglie dovrebbero occuparsi di tutti gli aspetti della volontà per evitare possibili conflitti economici in futuro. Anche se esiste un solo bene materiale, come gli immobili, è importante che le linee guida siano chiare su ciò che si deve fare con quel bene materiale. L’equità non viene data espressamente, va messa in termini legali, non importa quanto amore e considerazione ci sia tra i membri della famiglia.

Vi consigliamo di leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie politica dei cookie. ACEPTAR

Aviso de cookies