10 Competenze di leadership necessarie, per livello

La questione della leadership è una delle più importanti. Da molto tempo, ormai, si è diffusa l’attenzione sul fatto che alcune persone sono leader. Si è indagato su quali siano le loro qualità. Si è anche concluso che la leadership comporta alcune competenze speciali.

I paragrafi di questo testo vogliono esplorare proprio quelle qualità che denotano un leader. Per fare questo, definiremo prima di tutto le caratteristiche della leadership stessa. Più tardi diremo come queste abilità vengono messe in pratica e manifestate.

Leadership

Succede che la leadership è l’arte d’influenzare gli individui, i gruppi, le società, i paesi…

Il suo scopo è quello di far lavorare insieme le persone per raggiungere obiettivi comuni.

Più concretamente, si tratta di un rapporto d’influenza che avviene tra i leader e i loro seguaci, attraverso il quale i loro attori cercano di ottenere cambiamenti e conseguenze efficaci, che esprimono gli obiettivi che condividono.

E, infine, la leadership non cessa d’implicare un processo di comunicazione umana che, in quanto tale, dipende dalle sue strutture, dai benefici dell’intermediazione tra le soggettività, con l’obiettivo di creare ricchezza, sviluppare idee, produrre beni e servizi, generare beni non materiali.

Quali sono le caratteristiche di un vero leader? A questo proposito, presenteremo alcune di queste caratteristiche sulla base di una catalogazione che speriamo possa servire per una migliore comprensione dell’argomento.

Le competenze per essere un buon leader

Le competenze per essere un buon leader non sono omogenee. In questo caso, vogliamo sottolineare una classificazione un po’ personale: capacità di leadership manageriale, nello sport e nella politica.

Perché abbiamo scelto queste categorie? Perché sono frequenti, e allo stesso tempo piuttosto quotidiani per quanto riguarda i leader. In questo senso, abbiamo selezionato un totale di 10 qualità che ogni leader dovrebbe avere, raggruppate in tre categorie: commerciale, sportiva e politica,

Competenze di leadership aziendale nell’alta dirigenza

Qui abbiamo competenze che al momento sono molto richieste. Il mondo sembra muoversi nel regno delle imprese. Pertanto, descriviamo le competenze corrispondenti a questo campo.

1.- Essere visionari:

Ogni essere umano è in grado di avere buone idee, che però non servono a nulla se non possono essere realizzate in un contesto competitivo come quello attuale.

Il visionario non solo ha un’idea, ma ha anche una visione a lungo termine. Nelle grandi aziende e società, è una qualità molto apprezzata perché la sostenibilità, la competitività e la crescita sono proiettate in dimensioni internazionali.

Il leader visionario è in anticipo sui possibili svantaggi del mercato e realizza le opportunità d’investimento a medio e lungo termine. È in sostanza un soggetto all’avanguardia.

2.- Capacità organizzativa:

Le grandi aziende prestano particolare attenzione alle capacità organizzative dei leader.

La visione d’insieme è importante quanto l’organizzazione delle risorse umane, logistiche e finanziarie a disposizione dell’azienda.

Tutti questi aspetti devono essere assolutamente controllati e gerarchizzati per ottenere l’ottimizzazione della produzione o dei beni prodotti dalla società.

La conoscenza approfondita dell’azienda è legata a un’organizzazione efficiente. L’organizzazione permette la risoluzione dei conflitti e facilita la capacità di reagire a essi.

3.- Capacità di negoziazione

Le aziende e le società richiedono leader con un grande potere di negoziazione.

Ovviamente, il grande negoziatore possiede una serie di attributi personali che sono richiesti anche in altri casi (qualità comunicative, carisma, empatia, tra gli altri).

Inoltre, il potere di riunire le persone (o altre aziende) secondo le loro idee e progetti.

Un leader è un grande venditore nel senso buono del termine, perché è persuasivo e convinto di ciò che “vende” (progetti di fusione aziendale, d’investimento o di diversificazione, ecc.)

4.- Essere comunicativo

Nel mondo degli affari, ogni leader deve essere un buon oratore per raggiungere il suo pubblico in modo adeguato, per sapere come trasmettere i suoi pensieri con il resto del team. Questa qualità consente di “vendere” le proprie idee in modo più intelligente e persuasivo.

Se il messaggio non raggiunge il destinatario nel modo corretto, la comunicazione non riesce.

È essenziale che il leader di oggi sia in grado di mantenere un feedback con il suo contesto, d’identificare le strategie che in passato hanno portato al successo, di rompere con gli effetti paradigmatici e di mantenere un modello mentale aperto al cambiamento.

Avendo descritto nel dettaglio le competenze dei leader aziendali, è giunto il momento di parlare di un altro settore. Abbiamo scelto, in questo senso, l’universo dello sport.

Capacità di leadership nelle squadre sportive

Perché lo sport? Beh, perché la competizione sportiva è qualcosa che è diventata molto massiccia. Lo sport fa parte della vita quotidiana del nostro tempo. Inoltre, le attività sportive sono di solito in attività di gruppo: calcio, pallavolo, baseball, ecc.

Tutte queste squadre hanno un personaggio che indossa la banda del capitano. In questo senso, procediamo a descrivere le qualità che si devono dimenticare nel campo dello sport.

5.- Per essere un esempio

I grandi leader sportivi dovrebbero sempre essere un riferimento per la squadra. Le esigenze della squadra, dei suoi membri, devono essere soddisfatte al 100%.

I dirigenti delle squadre sportive erano regolarmente grandi sportivi che, dopo il loro ritiro, si dedicavano a insegnare tutte le tecniche e le strategie apprese durante una vita di sport.

Tuttavia, l’esperienza non è sufficiente; essi devono sempre mostrare una vita di responsabilità alla loro squadra. Il rispetto è guadagnato, non imposto.

Va detto che nello sport c’è la nozione di leadership e la nozione di direzione. Il leader è un giocatore che si distingue tra i suoi compagni di squadra. Il manager, invece, può essere l’allenatore della squadra. Non necessariamente qualcuno che partecipa direttamente al concorso sportivo, ma che ne propone le strategie.

6.- Essere una guida

Il controllo attraverso il controllo dell’apparecchiatura in sé non è una buona strategia. Il leader sportivo deve essere in grado di guidare in modo deciso la squadra per raggiungere al meglio gli obiettivi.

Le gare si vincono con buone strategie, ma anche con l’integrazione e la comunicazione tra i membri della squadra, che può essere realizzata solo con la guida del leader, che è per definizione un allenatore.

Il leader è quindi responsabile dello sviluppo integrale delle persone in campo sportivo, al fine di generare, tra gli altri obiettivi, la motivazione e il livello d’impegno indispensabili per far progredire la squadra e raggiungere l’eccellenza.

L’essenza della vera leadership non si riduce alla mera autorità. I leader sono efficaci quando le altre persone li riconoscono come tali, ascoltando seriamente le loro idee, valorizzando e seguendo i loro suggerimenti; ricorrendo ad essi per ottenere consigli.

7. – Atteggiamento positivo

Così come il leader deve essere un esempio per tutti i membri del team, deve anche essere una persona che riesce a motivare e a generare un’atmosfera positiva all’interno del team.

È importante anche un atteggiamento che motivi e costruisca la fiducia. Il buon atteggiamento parte dalla sufficiente fiducia che il leader ha in se stesso, producendo solo un clima di forza morale condivisa.

Altre qualità associate a un buon atteggiamento sono l’onestà e l’autocontrollo, che richiedono intelligenza emotiva, riflessione e formazione continua.

Con questo, abbiamo appena indicato tre interessanti qualità di un leader sportivo. Infine, menzioneremo tre qualità che la leadership politica deve avere.

Capacità di leadership in politica

Chiudiamo parlando di politica. La politica è lo scenario per eccellenza gestito dai leader. Questo lo dobbiamo capire: anche negli scenari più democratici accade che la politica sia sempre verticale. Ci sono leadership che devono essere rispettate e promosse.

Un leader politico deve avere alcune delle sette qualità sopra descritte. Tuttavia, è anche conveniente avere quanto segue:

8.- Oratorio

Un politico deve parlare a centinaia, anche migliaia di persone. Pertanto, egli deve avere un oratorio in grado d’incidere su grandi masse. Tanto più in un momento in cui si cerca il favore del voto per una carica pubblica.

Dobbiamo tenere presente che la politica è sempre una questione collettiva. E in quel mezzo di comunicazione di massa è necessario farsi conoscere. Questo è esattamente ciò che molti leader politici hanno fatto con la magia dell’oratoria.

L’oratore non deve solo far conoscere le sue parole. La sua vera missione è conquistare il cuore del suo pubblico. Questo è esattamente ciò che fanno i leader politici: affascinano le persone, le persone si impegnano con loro e ottengono seguaci.

9.- Intelligenza emotiva

Vogliamo andare avanti con le cose emotive. Il vero politico non è una persona razionale. La gente deve innamorarsi della propria personalità, e tutti sappiamo che l’amore non è affatto razionale.

Pertanto, l’intelligenza emotiva è necessaria. Saper gestire le emozioni di un vasto pubblico non è facile. Dovete capire che dovete impegnarvi con migliaia di persone, anche milioni.

Una delle chiavi è l’empatia. La leadership politica sa come mettersi nei panni del popolo. In questo modo, le persone hanno l’idea che il leader le capisce, che è in grado di aiutarle, poiché condivide le loro preoccupazioni.

10.- Creatività

Infine, abbiamo una qualità che non viene quasi mai menzionata nella leadership. La creatività è molto rilevante, soprattutto in campo politico.

In politica c’è un dettaglio: la leadership si consuma rapidamente. Per esempio, c’è chi è candidato eccellente e vince un ufficio elettorale. Tuttavia, una volta in carica non hanno più le capacità di leadership che hanno dimostrato in precedenza.

I leader devono essere in grado di rinnovare la loro immagine e la loro proposta di valore ai loro seguaci. È qualcosa di simile a un rapporto sentimentale: bisogna evitare di cadere nella monotonia. E questo si ottiene con la creatività, la capacità di mostrare qualcosa di nuovo.

Abbiamo cercato di chiudere questo posto con la politica. Inoltre, l’idea è di mostrare che la leadership emerge negli scenari più eterogenei. Possiamo dire che è una cosa di tutti i giorni. Lo vediamo a casa, a scuola, al lavoro, con gli amici, ecc.

Vi consigliamo di leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie politica dei cookie. ACEPTAR

Aviso de cookies